Contenitore rigido per rifiuti pericolosi a rischio infettivo

Fornitura di contenitori rigidi per rifiuti pericolosi a rischio infettivo.

Coloro che, come prescritto dall’emergenza sanitaria in corso, devono indossare dispositivi di protezione obbligatori a protezione della propria salute e sicurezza, al termine del turno dovranno spogliarsi dei DPI e conferirli dentro ad appositi contenitori. Nel caso il materiale venisse classificato – secondo specifiche indicazioni del Ministero della Salute sull’emergenza Coronavirus e ulteriori Ordinanze regionali – come materiale infetto categoria B (UN3291), esso dovrà essere smaltito come rifiuto (speciale) sanitario pericoloso a rischio infettivo (CER 18 01 03* HP 9 e categoria ADR UN329).

Questi appositi contenitori recanti la scritta “Rifiuti sanitari pericolosi a rischio infettivo” sono disponibili con una capacità pari a 50/60 LT.

All’interno dovrà essere inserito un sacco impermeabile LDPE di 50my di spessore con relativo laccetto di chiusura irreversibile di sicurezza.

 

Vantaggio: costo convenzionato.

Nota: spese di spedizione escluse.